Archivio per agosto 2009

La Garfagnana in un risotto: cereali con pomodori secchi e Formaggio di Fossa   7 comments

Ormai chi mi conosce e va in viaggio mi porta in regalo qualche prodotto tipico, meglio se un IGP che qui da me non si trova… questa volta è il Farro della Garfagnana. In un mix che vagamente ricorda quello del gallo (pubblicità ben poco occulta) ma è più buono 🙂 Vediamo se questo vi piace.

Ingredienti – per due persone

200 g di mix di cereali della Garfagnana (o anche solo Farro)
10 pomodori secchi
30 g di formaggio di fossa di Sogliano al Rubicone
1 cucchiaino di burro
1 l di brodo
1 scalogno
2 cucchiai di olio
1/2 bicchiere di vino bianco
Timo (dal Giardino delle Erbe di Casola Valsenio)

Preparazione (quella di un normale risotto)

Scaldare l’olio in una pentola a bordi alti. Aggiungre lo scalogno finemente tritato e lasciarlo soffriggere finchè non sarà diventato trasparente, aggiungendo un cucchiaio di brodo se dovesse asciugarsi troppo.

Aggiungere i cereali e lasciarli tostare.

 

Sfumare con il vino.

Quando il vino sarà evaporato, aggiungere i pomodori tagliati a striscioline e lasciar insaporire un minuto.

Aggiungere il brodo, un mestolo alla volta…

… fino a cottura ultimata.

Aggiungere il formaggio e il burro e mantecare a fuoco spento.

Servire con una spolverata di timo e ringraziare perchè abitiamo in Italia dove, fortunatamente, abbiamo la cucina migliore del mondo!!!!

Buon rientro a tutti 🙂

Annunci

Pubblicato agosto 31, 2009 da irishfairy in Primi Piatti, Ricette Regionali

Taggato con , , ,

Der Berliner Speise   9 comments

Va beh, un po’ come Londra non è che la Germania vanti una tradizione culinaria di cui non possiamo fare a meno. Ma, paese che vai, usanze che trovi. E rifugiarmi in un ristorante italiano a mangiare “Penne Arabiata mit Tomatensoße und Paprika” un po’ mi metteva tristezza. Tanto più che Berlino, come penso ogni altra città della Germania, pullula di birrerie più o meno costruite per i turisti che vogliono bere la birra tedesca che è, inutile dirlo, BUONISSIMA!!!

Una breve carrellata di (non tutto, purtroppo 😦 ) quello che abbiamo mangiato.

Berliner Kartoffelsuppe

Ossia, zuppa di patate (ma alla Berlinese!)… piatto preferito dall’Imperatore Guglielmo I.

Hausgemachter Kartoffelsalat mit Boulette

L’antenato dell’hamburger? Però molto più buono.

Kohlroulade mit Specksauce un Kartoffeln

Un involtino di cavolo ripieno di un trito di carne e spezie (praticamente ripieno di Boulette di cui sopra).

Zilles Gegrilltes: Boulette, Bratwurst, Steak, Sauerkohl und Bratkartoffeln

Uno dei soliti piatti sobri e leggeri del moroso affamato.

Eisbein mit Erbspuree, Sauerkraut und Kartoffeln

Altro piatto leggerissimo e onnipresente: lo stinco di maiale in tutte le salse (qui bollito con purè di piselli e i MITICI crauti e – ma va? – patate come se piovesse). Devo ammetterlo: ho passato la palla. Già non lo mangio volentieri a Natale o a Capodanno, figurarsi in Agosto -_- .

Non si può andare a Berlino e tornare senza aver mangiato il

Currywurst

Veloce, senza impegno e, devo dire, a suo modo geniale. Da provare, altrimenti è come andare a Napoli e non mangiare la pizza.

Altro piatto che a Berlino è impossibile non mangiare è il Döner kebap, qua sotto in versione classica e veg (il mio :D, proverbiale la mia diffidenza verso la carne di ovino).

Classik Döner Kebap

Un outsider… visto che il moroso non era mai stato in un “Hard Rock Cafè“, abbiamo fatto una puntata a quello in Meinekestrasse.

Legendary 10 oz. Burger

Esagerato. Nel vero senso della parola ^_^ .

Potevano mancare i bretzel ?!

Come anticipato…

Hefeweizenbier

Paulaner non filtrata. Alla Kartoffelhaus, dietro ad Alexanderplatz.

Georgebreau. Bevuta nella birreria che, abbiamo scoperto dopo, è la meta più scontata per gli italiani a Berlino (ci cospargiamo il capo di cenere), nel Nikolaiviertel.

E’ tutto per ora… andiamo a smaltire i due chili presi nonostante la media di 10 km al giorno di marcia per vedere tutta Berlino…

Un’ultima curiosità

Perchè il Duplo in Germania è fatto così?! E poi guardate che altre due cose ho scoperto…

Baci Berlinesi

Pubblicato agosto 28, 2009 da irishfairy in Enogastrotour

Risotto zucchine e fiori   5 comments

Va beh, avevo detto che andavo in ferie e invece sono ancora a casa causa raggi al gomito sinistro che sembrava rotto dopo una caduta.

Quindi cucino. E pubblico: questo era troppo bello per lasciarlo lì fino a settembre.

Ma voi vi ricordate quando i fiori di zucca o zucchina non erano ancora stati elevati al rango di caviale vegano e al mercato te li tiravano dietro per due lire?! No, mica per essere polemica, solo per dire che ho visto cestini di fiori di zucca del peso di g 30 (trenta) al costo di euro 2.50 (e quindi facciamo un applauso al contadino da cui faccio la spesa!!).

Ingredienti – per due persone
160 g di riso Jasmine Thai
100 g di zucchine
10 fiori di zucchina
50 g di Feta
1 l di brodo vegetale
1 scalogno
3 cucchiai di olio
1 cucchiaio di burro
Pepe

Preparazione

Tritate lo scalogno. In una pentola fate scaldare l’olio e, quando sarà caldo, aggiungete lo scalogno (foto riciclata, mi sono distratta mentre cucinavo guardando Dirty Sexy Money).

Quando sarà diventato ben trasparente, aggiungete il riso e fatelo tostare.

Aggiungete le zucchine, tritate grossolanamente.

Bagnate con il vino (molto freddo!!).

Lasciate evaporare a fuoco medio alto (senza far attaccare il riso) e iniziate ad aggiungere il brodo, un mestolo alla volta.

 

Controllate i tempi di cottura del riso che comprate, potrebbero essere diversi da quelli del normale riso per risotti (più brevi 🙂 )… Mentre il riso cuoce, strisciolate i fiori di zucca…

… e sbriciolate la Feta.

Quando il riso sarà cotto, aggiungete i fiori di zucca, mescolate rapidamente e spegnete il fuoco.

Aggiungete il burro e la Feta e mantecate, a fuoco spento.

So resistere a tutto.

Tranne che alle tentazioni (O. Wilde).

 

Holidays 2009   2 comments

Quest’anno non ho immaginette evocative di lidi lontani per comunicarvi che vado in ferie. Ci vado e basta :).
Mi aspetta il mare e se il tempo non dovesse essere clemente (come temo) mi aspetterà qualcos’altro.
E poi, finally, Berlin.
Ci vediamo a settembre.
Mangiate, in queste ferie, ma fatelo bene ^_^

Pubblicato agosto 6, 2009 da irishfairy in Comunicazioni di servizio