Archivio per la categoria ‘Sformati e Torte Salate

Quiche ai pomodori   8 comments

Eccoci qua… ispirata ad una quiche preparata da una delle mie foodblogger preferite (Soleluna)… buonissima!

Ingredienti

1 rotolo di pasta sfoglia
200 g di Asiago
2 uova
3 cucchiai di parmigiano grattuggiato
Sale e pepe
Basilico
2 pomodori tondi

Preparazione

Cubettare l’asiago.

 

Diporre la sfoglia in una teglia rotonda da forno e ricoprirla con l’asiago.

Sbattere le uova in una ciotola, salare e aggiungere due cucchiai di parmigiano.

Aggiungerle nella sfoglia.

Lavare il basilico, spezzettarlo e aggiungerlo alla torta.

Tagliare i pomorodi, togliere i semi e aggiungerli alla torta, senza sovrapporli.

Ricoprire con il parmigiano rimasto e spolverare con il pepe.

Richiudere i bordi e informare secondo le istruzioni della pasta sfoglia che usate (180°C per 20 minuti).

Servire tiepida.

Annunci

Il Danubio Salato   17 comments

Per ore, domenica sera, ci siamo interrogati sull’origine di questo nome buffo… poi l’abbiamo assaggiato e devo dire che non ce n’è fregato più nulla ^_^. Per la ricetta, grazie a Imma di Dolci a go go. Tra tante alternative trovate in giro nei blog, la sua mi è sembrata decisamente la migliore (e non ci sbagliavamo…). Seguite le dosi alla precisione, sono davvero perfette.

Ingredienti

400 g di farina manitoba (tipo la Farina d’America Spadoni) + un po’ di farina normale per la lavorazione
1 cubetto da 25 g di lievito di birra fresco
35 g di olio di oliva extravergine (usate un olio neutro, leggero)
180 g di latte + 2 cucchiai
20 g di zucchero
1 uovo + 1 tuorlo per decorazione
200 g di prosciutto cotto
1 cucchiaino di sale + q.b. per la superficie
200 g di asiago (o altro formaggio scioglievole 🙂 )

Preparazione

Sciogliete il lievito nel latte a temperatura ambiente. Aggiungete lo zucchero e mescolate finchè non si sarà sciolto.

Disponete la farina mischiata con il sale in una ciotola e aggiungete l’olio.

Mescolate e aggiungete l’uovo.

 

Impastate con una forchetta, aggiungete il mix di latte-lievito-zucchero.

 

Amalgamate tutto nella ciotola.

 

Quando sarà ben formato, trasferitevi sulla spianatoia spolverata di farina e impastate per almeno 15 minuti.

 

Formate una bella pallottina, mettetela a lievitare per almeno un’ora, un’ora e mezza (fino al raddoppio).

 

Riprendetela, impastatela ancora un paio di minuti, poi dividetela in palline della stesas dimensione (con questa dose sia io che Imma ne abbiamo ottenute 16).

 

Spianate le palline fino ad ottenere dei dischetti.

 

Riempite ogni dischetto con prosciutto e asiago (o con quello che vi pare ^_^).

 

Chiudeteli a sacchetto.

 

Disponeteli su una teglia ben imburrata e infarinata.

 

Lasciateli lievitare ancora una mezz’ora.

 

Fate una miscela con il tuorlo dell’uovo e due cucchiai di latte e spennellate la superficie del danubio.

 

Più mix userete e più colorati verranno in cottura.

 

Spolverate le palline di danubio con spezie varie, io ho uato dei semi di papavero, semi di sesamo e rosmarino essiccato.

 

Cuocete a 180°C per circa mezz’ora.

 

Questo è l’interno del danubio…

 

… e questo il ripieno.

 

Buonissimo!!!!

Torta gorgonzola e radicchio   2 comments

Una piccola bomba calorica… ma per un’occasione importante si può anche fare…

Ingredienti – per 4 persone

Un rotolo di pasta sfoglia fresca
100 g di pancetta
200 g di mozzarella da pizza (o un altro formaggio che fila…)
100 g di gorgonzola
1/2 cespo di radicchio
2 uova
Formaggio grattuggiato

Preparazione

Far rosolare la pancetta in una padella, senza aggiungere altri condimenti.

Scolare il grasso in eccesso e aggiungere il radicchio tagliato. Farlo cuocere per qualche minuto.

Stendere la sfoglia in una teglia adeguata e bucherellare il fondo con una forchetta.

Tagliare i formaggi a cubetti e disporli sul fondo della sfoglia.

Sbattere le uova con l’aggiunta di un pizzico di sale e una macinata di pepe.

Aggiungere alle uova la pancetta e il radicchio.

Amalgamare bene il tutto e aggiungerlo ai formaggi.

Rimboccare i bordi della sfoglia e spolverare con formaggio grattuggiato.

Infornare per 20 minuti a 180 °C (o comunque facendo riferimento a quanto scritto sulla confezione di sfoglia).

Carina, no?

Quiche con piselli e pancetta   Leave a comment

Ingredienti – per una torta da 4/5 porzioni

1 rotolo di pasta sfoglia fresca
100 g di pancetta affumicata a cubetti
5 cucchiai di piselli surgelati
4 uova
100 g di formaggio tipo Galbanino

Preparazione

Far rosolare la pancetta in una pentola senza aggiungere nessun altro grasso (è già unta da sola!).

Scolare il grasso e trasferire la pancetta in un piatto per farla raffreddare. Nel frattempo, cubettare il formaggio.

Ricoprire una teglia tonda (usa e getta, come quella che ho comprato io se non ne avete altre…). Rifilare la pasta in eccesso e tenerla da parte. Bucherellare il fondo con una forchetta.

Mescolare la pancetta con il formaggio e i piselli ancora sugerlati (se si fanno sbollentare prima formeranno troppa acqua rendendo la pasta sfoglia bagnata e impedendole di cuocere bene). Riempire il guscio di pasta sfoglia con il ripieno.

Sbattere le uova in una terrina con sale e pepe.

Versarle sulla torta, conservandone un po’ per spennellarle sulla pasta. Con la sfoglia avanzata, creare delle decorazioni da applicare sulla quiche. Io ho fatto delle striscie a mo’ di crostata. Spennellare le decorazioni con l’uovo rimasto.

Far cuocere in forno già caldo secondo le istruzioni sulla confezione della sfoglia. Non posso dare indicazioni di tempo e calore poichè ogni marca ha le sue particolari modalità di cottura. Per il mio caso, 180 °C per 30 minuti.

L’uovo in forno crea un particolare effetto soufflè che rende il ripieno della torta molto soffice.

NB: usando la pasta sfoglia fresca è possibile surgelare la quiche che avanza. Basta farla scongelare a bassa temperatura (in frigo, insomma) e scaldarla al momento.

Bon Apetit!

Pubblicato giugno 4, 2008 da irishfairy in Sformati e Torte Salate

Taggato con , , ,

Gateau di Patate   1 comment

Vi propongo una versione piemontese-romagnola del tradizionale gateau – o gattò – di patate napoletano. In pratica, questo piatto può essere preparato volontariamente (nel senso che potete correre in giro a raccogliere tutto quello che serve secondo la vera ricetta) oppure potete prepararlo quando dovete riciclare un po’ di cose ;). In ogni caso, secondo me, è un piatto sempre gradito, non difficile da preparare.

Ingredienti – per 4 persone

600 g di patate
350 g di formaggi a pasta filata
250 g di salumi
2 uova
4 cucchiai di formaggio grattuggiato
noce moscata
latte, burro, pangrattato
sale & pepe

Preparazione

Bollire le patate con la buccia in abbondante acqua non salata per circa tre quarti d’ora. Per verificare la cottura, bucare le patate con una forchetta: non si deve incontrare resistenza fino al centro.

Spellare le patate ancora calde, tenendole con una forchetta e aiutandosi con un coltello. Passarle allo schiacciapatate velocemente, senza farle raffreddare.

Aggiungere le uova, il sale, il formaggio grattuggiato e un po’ di noce moscata (a me piace che se ne senta il profumo, per cui abbondo 🙂 ).

Mescolare tutto fino ad ottenere un composto omogeneo. Lasciar riposare e nel frattempo tagliare a cubetti i formaggio.

Io ho usato della mozzarella e della fontina (ne avevo comprata parecchia, anche se non è un formaggio a pasta filata come la mozzarella, appunto, o la scamorza, da comunque un ottimo sapore al piatto. L’importante è che siano formaggi che si sciolgono facilmente e che “filino” quando sono caldi 🙂 ).

Affettare i salumi a striscioline o tagliarli a cubetti, a seconda di come li avete.

Io ho usato prosciutto cotto e mortadella, che in Romagna è sempre molto gettonata, ma qualsiasi salume va bene.

Unire i formaggi e i salumi all’impasto preparato prima e mescolare molto bene.
Aggiungere un po’ di latte freddo, se serve, cioè se vedete che l’impasto tende a sgranarsi troppo o sembra troppo secco. Dipende molto dalle patate che utilizzate, a me ne è servito proprio pochissimo perchè avevo delle patate novelle.

Ho dovuto, in corso, cambiare recipiente per riuscire a contenere il tutto. Per cui, ricordatevi di lavorare con una ciotola abbastanza grande.
Imburrare una teglia da forno e “impanarla”, cioè spargerla di pangrattato. Scuoterla per toglierne l’eccesso.

Riempire la teglia con l’impasto, spolverarlo di pangrattato e, se volete, cospargetelo di fiocchetti di burro.

Infornare in forno precedentemente scaldato a 200°C per circa 20-30 minuti o comunque finchè non si sarà formata una crosticina dorata in superficie.

Buon appetito!